L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

Che cosa succederebbe se oltre a stare in casa qualcuno ci togliesse anche la connessione ad Internet? E se Facebook scomparisse in un baleno?

Una tragedia d’immane proporzione per la salute e l’equilibrio psichico di miliardi di persone. Perché nel bene e nel male, Facebook è il luogo della relazione, dello stare insieme anche virtualmente. E’ uno strumento per non farsi fagocitare dal momento d’isolamento, di crisi, di tristezza che stiamo attraversando. Un antidoto contro la solitudine, la pochezza del presente, la vacuità del quotidiano. E’ l’unico luogo dove in un attimo possono nascere amicizie, emozioni, storie, narrazioni, amori.

Sentiamo ora più che mai il bisogno d’instaurare relazioni, ma senza essere impigliati in legami stabili e definitivi che comportino oneri e tensioni tali da pregiudicare la tanta agognata libertà.

E’ il luogo – dice il Dalai Lama – in cui tutto viene messo in vista sulla finestra per occultare il vuoto della stanza. Ma va bene così!  Tutto deve essere leggero, liquido come dice Bauman, nel suo saggio “Amore liquido”. 

State attenti però – dice Bauman – l’impegno a lungo termine è una trappola da evitare, perché se v’impegnate, per quanto alla leggera, probabilmente state chiudendo le porte ad altre possibilità romantiche che potrebbero essere più soddisfacenti e appaganti. E allora? Puoi sempre premere il pulsante “cancella”.

Le emozioni, una volta le comunicavi con il linguaggio verbale e del corpo, adesso su Facebook, con il linguaggio dei segni: ci sono le faccine, i cuoricini, che simboleggiano una vasta gamma di emozioni e sentimenti. Con un cuoricino l’approccio è fatto, con tre cuoricini la storia è già a buon punto. Su Facebook, il successo con un/a potenziale partner lo puoi conquistare in una settimana. Una volta il risultato equivalente lo conquistavi dopo un mese di romantico, appassionato e intenso corteggiamento.

Scritto da Armando Lunetta

Vuoi essere aggiornato circa le nostre notizie o condividere con noi qualche notizia o evento?

ISCRIVITI alla nostra pagina Facebook