il (secondo) “pizzino” di maggio 2018 de Le Galline Felici

il (secondo) “pizzino” di maggio 2018 de Le Galline Felici

notiziario tendenzialmente mensile rivolto a tutto il mondo delle Alternative Possibili

Un pizzino tutto sulla COMUNICAZIONE perché ci sembra che:

  • questo sia l’anello più debole del nostro fare
  • al di fuori dei “nostri giri” pochi sappiano quello che facciamo e pensiamo
  • le nostre pratiche, molto più dense di senso di quelle di un mondo il cui unico senso è il denaro, se conosciute, potrebbero attirare… la maggioranza
  • la pubblicità, quasi sempre più o meno ingannevole, impedisca di conoscere il vero senso e valore degli oggetti che consumiamo
  • sia troppo debole anche la comunicazione interna, rendendoci difficile, a volte, anche conoscere quello che accade dall’altro lato della nostra collina, o dal lato opposto del nostro isolato, pur se simile e/o coerente
  • abbiamo bisogno di strumenti che ci permettano di interagire più facilmente e di mettere le nostre pratiche a sistema
  • e altrettanto le nostre riflessioni, per comporre un affresco che illustri con chiarezza anche ai distratti che INSIEME É MOLTO MEGLIO
  • ……

QUINDI, vi invitiamo a darci da fare, assieme, ovviamente:

UNO) verso la Festa Altra Velocità abbiamo proposto che si discuta assieme di strumenti di comunicazione congiunti e integrati. Finora ci ha risposto, con entusiasmo, solo Italia che Cambia e abbiamo già messo in atto alcune collaborazioni. Ci auguriamo che le altre testate coinvolte in quella proposta si vogliano aggregare in questo ragionamento, magari alla Festa, molto meglio se PRIMA della Festa. Con l’obiettivo, magari, di arrivare ad avere, in un tempo non lontano, un segno, un logo comune che CI contraddistingua?

NOIPolli, intanto, abbiamo lanciato questa campagna con banner su ogni pagina del nostro sito ed abbiamo di recente incontrato un nuovo sito che si prefigge, in qualche modo, gli stessi scopi: Nuovo Mondo Solidale

DUE) ancora verso la Festa Altra Velocità, e ben oltre, l’associazione LoFaccioBene ha lanciato a tutti la proposta di co-progettare, co-finanziare, co-realizzare e co-diffondere una serie di corti sul vero valore del cibo e di quello delle donne e degli uomini che lo producono (non sono le macchine, come molti pensano e come sempre più spesso accade…). Fin ora hanno aderito e stanno collaborando il DES di Varese e la Campagna per l’Agricoltura Contadina. Questo, naturalmente, è un invito a partecipare attivamente a quella proposta. È nell’interesse di tutte/i!

Per informazioni e per partecipare, scrivi a lofacciobenecinefest@gmail.com

TRE) sta circolando nelle sale cinematografiche francesi e tra qualche giorno in quelle svizzere, un bellissimo film di Dominique Marchais “Nul homme n’est une île”.

Qui un approfondimento col regista.

Chi l’ha visto nell’edizione originale francese, oltre 20mila persone finora, ci riporta che si esce dalla sala pieni di speranza e di voglia di fare. A breve l’edizione italiana.

Sta circolando anche un altro film molto bello “On the green road” che racconta i contadini di tutto il mondo e le loro relazioni con l’ambiente, col cibo, con la salute…

QUATTRO) ci sembra importante che questo cinema “militante” (ci sono moltissimi altri pregevoli esempi) esca sempre più dalla “riserva indiana” dei soliti noti e raggiunga un numero crescente di cittadini/consumatori, incidendo sulle coscienze, e, si spera, sulle conseguenti pratiche. Questo, in Francia, sta accadendo, ma si sa che la Francia ha da sempre destinato risorse ed attenzione alla cultura molto maggiori che da noi in Italia, visto che “la cultura non porta denaro” (SIC!)

Per questo, accogliamo e rilanciamo molto volentieri l’invito di un amico di Caen, Normandia, gestore di alcune piccole sale cinematografiche, a collaborare con lui nella costituzione di una rete Europea di sale cinematografiche disponibili a farsi veicolo di questi messaggi. Questo è un invito a cercare nelle vostre città e nei vostri paesi delle sale interessate; potete metterle in contatto con Yannick Reix del “Café des images” di Caen, magari mettendoci in copia (yanreix@yahoo.fr)

CINQUE) in questo mondo “social” in cui tutto ci viene offerto “gratis”, perché si fanno affari milionari con i nostri dati, esiste uno strumento social pensato per NOI: Social Business World, in continua implementazione in funzione delle richieste che NOI avanziamo, e che NON vende i nostri dati.

Che è NOSTRO, di noi tutti
È perfetto? Assolutamente NO!
È bellissimo? Assolutamente NO!
Funziona benissimo? Assolutamente NO!
È efficace? Assolutamente NO! Perché non raggiunge i milioni di utenti che raggiungono i monopoli social…

…FINCHÈ NON COMINCIAMO AD USARLO IN MASSA, imponendogli e facilitandone le modifiche atte a renderlo sempre più bello, facile, efficiente, sempre più perfetto per i NOSTRI fini
Semplicemente perché è NOSTRO, pensato per NOI e non fa diventare propri i NOSTRI dati, le NOSTRE vite

Perché non ci vuole succhiare l’anima….

…un pizzino pieno di inviti ad agire…
Ancora un invito, alla Festa Altra Velocità (Avigliana, TO, dal 29 giugno al 1 luglio)

E l’ultimo, per questo pizzino:
PARTECIPATE AL CROWDFUNDING PER LA FESTA!

Grazie
Al prossimo (pizzino)!