“Tutta un’altra scuola” porta 27 esperti per tre giorni di incontri a Firenze

“Tutta un’altra scuola” porta 27 esperti per tre giorni di incontri a Firenze
Quando:
9 Ottobre 2019@9:30–11 Ottobre 2019@18:00
2019-10-09T09:30:00+02:00
2019-10-11T18:00:00+02:00
Dove:
Fiera nazionale della didattica a Firenze
Costo:
Gratuito

Fonte: www.pressenza.com

C’è un tremendo bisogno di un nuovo sguardo al senso dell’educazione, di un nuovo modo di fare scuola. E il gruppo-progetto “Tutta un’altra scuola” lavora da tempo proprio per questo. Anche quest’anno avrà un ampio spazio all’interno della fiera nazionale della didattica a Firenze, con una propria rassegna di incontri liberi e gratuiti sulle nuove frontiere dell’educazione. Appuntamento dal 9 all’11 ottobre.

Fare, pensare e agire l’educazione, con l’elasticità, l’apertura e la lucidità di chi coglie bisogni sempre nuovi. È ciò che muove il progetto “Tutta un’altra scuola”, coordinato da Terra Nuova e forte di un gruppo di lavoro che comprende esperti di differente estrazione e alto livello; un progetto che da cinque anni censisce, racconta e mette in rete gli innumerevoli fermenti che si colgono dentro e fuori dalla scuola pubblica.

E anche quest’anno “Tutta un’altra scuola” sarà presente a Didacta, la fiera nazionale della didattica che si tiene a Firenze, alla Fortezza da Basso, dal 9 all’11 ottobre. Nell’ampio spazio che sarà dedicato al gruppo-progetto, ci sarà una rassegna di incontri, liberi e gratuiti, che si focalizzano sugli strumenti educativi, i cardini presenti e futuri su cui costruire nuove modalità di insegnamento e apprendimento, mettendo al centro bambini e ragazzi, stando al passo con le loro esigenze. Il programma dello spazio “Tutta un’altra scuola” sarà suddiviso in sei macro-incontri tematici, a loro volta suddivisi in differenti momenti di sviluppo del tema centrale.

A oggi, uno dei grandi problemi della scuola e dell’educazione è quello di riuscire a motivare profondamente i bambini e i ragazzi nel loro percorso di studio, senza tralasciare il raggiungimento di traguardi che nutrano la loro fiducia e autostima.

Per ottenere questo obiettivo è necessario un cambio di rotta, condiviso e coraggioso.

Come far amare il sapere? Come coinvolgere i più piccoli e i più grandi in ragionamenti complessi? Come fare in modo che la scuola si cali nella realtà contingente e ne tragga ispirazione? Quali gli strumenti da utilizzare? E le metodologie più efficaci? A queste e ad altre domande risponderanno docenti, studenti e esperti che si alterneranno nello spazio di “Tutta un’altra scuola”.

Ecco il programma completo

“TUTTA UN’ALTRA SCUOLA” A DIDACTA
Fortezza da Basso, Firenze, 9-11 ottobre

Mercoledì 9 ottobre

9.30-13.30

Educazione parentale, scuola pubblica e istituzioni: la collaborazione è possibile. Conducono la pedagogista Cecilia Fazioli e l’avvocato Gabriele Bordoni.

L’incontro tematico sarà suddiviso nei seguenti momenti:

9.30-11.30 Amministrazioni comunali e scuole parentali: oltre la diffidenza e il pregiudizio, con: Antonio Foderaro vicesindaco di Cerro Maggiore, Dario Iraga Associazione Phi-losofica

11.30-13.30 Dirigenti scolastici e scuole parentali: sinergie, accordi e scambi costruttivi, con: Primetta Bertolozzi già dirigente scolastica, Adele Caprio pedagogista e ideatrice di ScuolAgire

14.00-18.00

È(v)viva la scuola?! Assaggi di didattica esperienziale e sostenibilità scolastica. Giochi, esperienze, percezioni, riflessioni. A cura di Nature Rock. Conducono Raffaella Cataldo e Niccolò Bertini

L’incontro tematico sarà suddiviso nei seguenti momenti:

14-15 La scuola è sostenibile? Capire l’apprendimento e la didattica esperienziali

15-16.30 Errare come viaggiare: la rivoluzione didattica dell’errore e del pensiero divergente

16.30-18 Sentire, fare, pensare: la logica esperienziale

Giovedì 10 ottobre

9.30-13.30

MayDay, l’emergenza climatica entra a scuola. L’incontro tematico sarà suddiviso nei seguenti momenti:

9.30-12 Come comunicare a bambini e ragazzi l’emergenza climatica e ambientale, con: Monica Capo e Davide De Martini portavoce dei Teachers for Future Italia, rappresentanti dei Fridays for Future FirenzeFabrizia Laroma Jezzi insegnante, studenti medi di Scuola Città Pestalozzi

12-13.30 Ma il rispetto per il Pianeta si insegna fin da piccoli, con: Selima Negro esperta di pedagogia del bosco, Alessandro Ronca direttore scientifico del PeR (Parco dell’Energia Rinnovabile)

14-18

Imparare senza libri di testo nella scuola statale. Esperienze e sentieri di apprendimento dai 6 ai 14 anni. Conducono i docenti Marta Monnecchi, Monia Bianchi, Luigi Nannetti e Paolo Scopetani. L’incontro tematico sarà suddiviso nei seguenti momenti:

14-16 Studiare e appassionarsi alla letteratura senza l’Antologia – Imparare la matematica insegnandola – Imparare l’italiano attraverso giochi e scioglilingua

16-18 Cortometraggio “Tempo imperfetto” – Interpretare la storia – Bambini e ragazzi ci fanno sperimentare i loro percorsi di apprendimento

Venerdì 11 ottobre

9.30-13.30

Pedagogia Montessori: materiali e ambienti differenziati per le diverse fasi dello sviluppo. Conduce Micaela Mecocci, docente e ricercatrice a capo del coordinamento pedagogico di “The Bilingual Montessori School of Paris”, che presenterà anche il suo ultimo libro “Narrare il vero. Le favole cosmiche nella pedagogia Montessori” (Terra Nuova Edizioni). L’incontro tematico sarà suddiviso nei seguenti momenti:

9.30-11 Da 0 a 6 anni: la mente assorbente del bambino, con: Lucia Vignozzi docente all’asilo Montessori di Firenze

11-12.30 Dai 6 ai 12 anni: la mente dialettica e immaginifica, con: Lucio Varriale, docente alla primaria Montessori di Greve in Chianti, Daniela Biazzo presidente dell’Associazione Montessori Chianti

12.30-13.30 Dai 12 ai 18 anni: la dimensione sociale e morale, con: Daniela Viganò e Sara Riscazzi, insegnanti di secondaria di primo grado all’Istituto comprensivo “Ilaria Alpi” di Milano a indirizzo montessoriano

14.30-18

Nessun dorma. La scuola superiore esca dal lungo sonno. L’incontro tematico sarà suddiviso nei seguenti momenti:

14.30-16 I baci che possono risvegliarla: il caso del Marco Polo di Firenze, con: insegnanti, studenti, genitori e dirigente scolastico dell’ITT Marco Polo

16-18 E se la buttassimo giù dal letto? Con: Ludovico Arte dirigente scolastico, Giuseppe Bagni insegnante e presidente nazionale Cidi, Maria Cristina Carratù giornalista di Repubblica

Info utili e aggiornamenti: www.tuttaunaltrascuola.it

Per info sull’ingresso a Didacta e come arrivare: http://fieradidacta.indire.it.


I RELATORI

Cecilia Fazioli. Pedagogista e facilitatrice della Rete nazionale delle scuole pubbliche all’aperto. Già co-fondatrice di un’esperienza di scuola parentale nel Faentino, si dedica a consulenze pedagogiche, accompagnamento e consulenze per scuole parentali. Fa parte del gruppo fondatore di Tutta un’altra scuola.

Gabriele Bordoni, avvocato penalista, referente della Fondazione Forense bolognese per le materie penalistiche; giornalista pubblicista. Segue il fenomeno della scuola parentale, credendo che la buona scuola sia il primo fattore di contrasto alla devianza.

Antonio Foderaro. Vicesindaco del Comune di Cerro Maggiore (Milano).

Dario Iraga. Funzionario della Pubblica amministrazione e portavoce dell’associazione Phi-losofica che ha dato vita a una scuola parentale a Cerro Maggiore. Impegnato nella ricerca filosofica e umanistica dal 1995.

Adele Caprio. Ideatrice di ScuolAgire, pedagogista, regista televisiva ed esperta di teatro evolutivo. Fa parte del gruppo fondatore di Tutta un’altra scuola.

Primetta Bertolozzi. Già dirigente scolastica all’Istituto comprensivo Massarosa 1 (Lucca).

Raffaella Cataldo. Insegnante, formatrice in pedagogia non direttiva e didattica esperienziale, pedagogia del selvatico, competenze trasversali. Consulente per l’homeschooling.

Niccolò Bertini. Guida ambientale escursionistica, esperto in tecniche di sopravvivenza e pratiche outdoor; educatore, esperto in outdoor education.

Monica Capo. Portavoce dei Teachers for Future Italia e co-fondatrice dei Fridays for Future Napoli; docente di scuola primaria, giornalista freelance e attivista ambientale

Davide De Martini. Padovano, insegnante di italiano presso la scuola media, ecologista, educatore libertario. Ha insegnato presso la Scuola di Titù di Treviso. Attualmente collabora nell’organizzazione del movimento Fridays for Future Italia.

Fridays for Future Firenze. Il gruppo di giovani attivisti si è costituito a seguito della mobilitazione avviata dalla sedicenne svedese Greta Thunberg.

Fabrizia Laroma Jezzi. Insegnante di scuola pubblica, ha lavorato a progetti di educazione all’ambiente e al benessere. A Firenze il suo Istituto è stato il primo a dichiarare lo stato di emergenza climatica. Membro dei Fridays for Future Firenze.

Alessandro Ronca. Co-fondatore e direttore scientifico del PeR, il Parco dell’Energia Rinnovabile, che propone formazione di educazione ambientale a studenti e insegnanti.

Selima Negro. Formatrice di Pedagogia del bosco, socia fondatrice dell’Aps Fuori dalla scuola e del progetto di immersione in natura attivo dal 2015 in Brianza.

Monia Bianchi. Insegnante di matematica e scienze nella secondaria di primo grado presso Scuola Città Pestalozzi di Firenze.

Marta Monnecchi. Insegnante di italiano nella secondaria di primo grado presso Scuola Città Pestalozzi di Firenze. Fa parte del gruppo fondatore di Tutta un’altra scuola.

Luigi Nannetti. Musicista e insegnante di sostegno nella secondaria di primo grado presso Scuola Città Pestalozzi di Firenze.

Paolo Scopetani. Insegnante al ciclo della primaria presso Scuola Città Pestalozzi a Firenze e co-autore del documentario Educazione affettiva.

Micaela Mecocci. Abita il mondo Montessori dall’età di 3 anni, quando entrò nella Casa dei Bambini. Oggi proviene dalla ricerca universitaria e ha al suo attivo diverse pubblicazioni scientifiche. Ha conseguito la formazione Montessori internazionale (AMI) per le fasce d’età 3-6, 6-12 e 12-18 anni. Dopo aver diretto una scuola Montessori in Svizzera, dirige ora il coordinamento didattico della Bilingual Montessori School of Paris senza rinunciare all’insegnamento in classe. Presidente dell’Associazione Montessori Net Ticino, si dedica da sempre alla ricerca pedagogica: membro del gruppo fondatore di Tutta un’Altra Scuola, collabora con riviste di settore e insegna in corsi di formazione in Italia e all’estero.

Lucia Vignozzi. Insegnante Montessori presso “La voce dei bambini”, asilo nido e Casa dei Bambini di Firenze

Lucio Varriale. Docente con titolo di differenziazione didattica Montessori 6-11 anni; attualmente insegna nella sezione Montessori della scuola di Greve in Chianti (Toscana).

Daniela Biazzo. Presidente dell’Associazione Montessori Chianti, ente gestore dei corsi di differenziazione didattica Montessori nella zona.

Daniela Viganò. Docente di matematica e scienza specializzata in metodo Montessori, insegna presso l’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi di Milano.

Sara Riscazzi. Insegnante di lettere specializzata in metodo Montessori per la scuola secondaria di primo grado presso l’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi di Milano. Formatrice in didattica della plusdotazione e referente scuola per l’associazione nazionale Step-net. Da molti anni si dedica all’educazione teatrale a scuola.

Ludovico Arte. Dirigente scolastico all’Istituto Tecnico per il Turismo Marco Polo di Firenze. Sociologo, è stato direttore di un centro per adolescenti e responsabile dell’équipe psicopedagogica del settore giovanile Federcalcio Toscana

Giuseppe Bagni. Docente di chimica. Dal 2011 presidente nazionale del CIDI. Ha pubblicato “Insegnare a chi non vuol imparare”, editore L’Asino d’Oro. Dal 2015 membro del CSPI.

Maria Cristina Carratù. Giornalista, dal 1988 scrive per Repubblica, dove si è a lungo occupata di politica, centrando poi l’attenzione sui temi sociali e culturali.

Scritto da Il Cambiamento

Continua a seguirci sui nostri social, clicca qui!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.