Eventi e Appuntamenti

Eventi e Appuntamenti

Feb
26
Mer
2020
La Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza sta per arrivare in Italia
Feb 26–Mar 3 giorno intero

Fonte: www.pressenza.com

(Foto di https://www.facebook.com/MarciaMondiale/)

 

Dopo aver già percorso tutti i continenti e prima di concludere il suo giro del mondo a Madrid, da dove è partita il 2 ottobre dello scorso anno, la Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza arriva in Italia con un ricco programma di attività.

La Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza giungerà il 26 febbraio a Trieste dal suo percorso balcanico e resterà in Italia fino al 3 marzo. Data la grande quantità di attività previste in numerose città italiane, i marciatori si divideranno in vari gruppi per poter assistere a tutte le attività, alcune delle quali in contemporanea.

Il Comitato Promotore italiano ricorda che lo spirito della Marcia è quello di un’attenzione continua sui suoi obiettivi, al di là del percorso principale e di dove fisicamente si trovino i marciatori in un dato momento: la proibizioni delle armi nucleari e il disarmo nucleare, la rifondazione delle Nazioni Unite, la creazione delle condizioni per lo sviluppo sostenibile del pianeta, l’integrazione di paesi in aree e regioni adottando sistemi socioeconomici atti a garantire benessere per tutti, il superamento di ogni forma di discriminazione, la diffusione della cultura della nonviolenza.

In questo senso sono state già numerose le attività promosse dai vari comitati locali; in particolare è partita proprio dall’Italia l’iniziativa “Mediterraneo Mare di Pace”, che ha portato la barca “Bamboo” in giro per i porti del Mediterraneo nel novembre dell’anno scorso.

Questo il calendario generale del passaggio della Marcia in Italia:

Troncone est-ovest

26/2 entrata a Trieste e dintorni

27/2 Fiumicello Villa vicentina

28/2 Vicenza

29/2 Brescia

1/3 alto Verbano- Varese

2/3 Torino/Milano

3/3 Genova

Troncone nord-sud

27/2 Firenze-Bologna

28/2 Narni-Livorno

29/2 Cagliari/ Roma

1/3 Napoli-Avellino

2/3 Reggio Calabria/ Riace

3/3 Palermo

 

Ufficio Stampa Nazionale:

Olivier Turquet

olivier.turquet@gmail.com

 

Scritto da Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

 

Vuoi essere aggiornato circa le nostre notizie o condividere con noi qualche notizia o evento?

ISCRIVITI alla nostra pagina Facebook

Mar
6
Ven
2020
Arte e cultura, una rete di buone pratiche contro la criminalità organizzata @ Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento
Mar 6–Mar 7 giorno intero

Fonte: www.italiachecambia.org

“Pensa 2040: cultura e cittadinanza attiva come strumento chiave di lotta alla criminalità organizzata”. Questo il titolo dell’incontro in programma a Firenze il 6 e 7 marzo prossimo e che vedrà protagoniste le realtà italiane che stanno portando avanti buone pratiche artistiche e culturali per contrastare la criminalità organizzata e stimolare la responsabilità civile. Le candidature sono ufficialmente aperte!

 

Al Teatro San Carlo di Napoli i ragazzi dell’istituto penitenziario minorile di Airola per il progetto Palcoscenico della legalità

Sei un’associazione, una cooperativa, un’impresa sociale o un comitato che si occupa di antimafia? Usi la cultura e soprattutto le arti performative come strumento di sensibilizzazione? Ti piace sperimentare metodi innovativi per mobilitare le comunità locali?

Avviso Pubblico, CO2 Crisis Opportunity Onlus, la Fondazione Giancarlo Siani con la collaborazione di Italia che Cambia stanno organizzando il 6 e 7 Marzo 2020 a Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento il primo incontro nazionale con gli amministratori locali della rete di Avviso Pubblico. L’incontro, dal titolo Pensa 2040: cultura e cittadinanza attiva come strumento chiave di lotta alla criminalità organizzata”, coinvolgerà in particolare gli assessori alla Cultura ed all’Istruzione.

Stiamo cercando, su tutto il territorio nazionale, buone pratiche che utilizzino arti performative e cultura come strumento per promuovere la responsabilità civile e la lotta alla criminalità. Alcuni dei progetti che invieranno la propria candidatura saranno selezionati per una presentazione nella mattina del 6 Marzo, per far conoscere a tutti gli amministratori locali che parteciperanno all’incontro la propria iniziativa.

Un comitato scientifico – composto da Nando dalla Chiesa, Scrittore, Sociologo e Academico italiano, Cristiana Fragola, Grounded.Org Interim Executive Director, Emilia Garito, Founder e CEO di Quantum Leap IP e curatrice di TEDxRoma, Stefania Mancini, Vice Presidente e membro del Comitato esecutivo Assifero, Consigliere delegato Fondazione Charlemagne, Rosanna Purchia, Sovrintendente Fondazione Teatro di San Carlo, Marino Sinibaldi, giornalista, Direttore Radio3, Alberto Vannucci, Professore di Scienza politica presso l’Università di Pisa, Monique Veaute, Presidente Roma Europa Festival – lavorerà alla selezione di alcune delle proposte ricevute.

Le proposte verranno comunque inserite, previa approvazione della redazione, all’interno della mappa di Italia che Cambia, realizzata con l’obiettivo di costruire una rete nazionale utile per la promozione e la diffusione di prassi che possano essere implementate su più larga scala.

Per partecipare basta rispondere entro il 7 Febbraio al questionario che troverete a questo link: clicca qui.

 

Vuoi essere aggiornato circa le nostre notizie o condividere con noi qualche notizia o evento?

ISCRIVITI alla nostra pagina Facebook

Fa’ la cosa giusta! Torna la fiera del consumo critico e della sostenibilità @ Milano
Mar 6–Mar 8 giorno intero

Fonte: www.italiachecambia.org

Ambiente, giustizia sociale e sostenibilità. Questi i temi portanti della 17esima edizione di Fa’ la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che torna a Milano dal 6 all’8 marzo prossimi.

Dal 6 all’8 marzo 2020, si rinnova l’appuntamento con Fa’ la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che arriva alla sua diciassettesima edizione. Una grande mostra-mercato, organizzata da Terre di mezzo Editore, con centinaia di espositori da tutta Italia e un ricco calendario di incontri, laboratori e presentazioni, a ingresso gratuito per tutti i visitatori.

Le Nazioni Unite hanno proclamato il 2020 “Anno internazionale della salute delle Piante”, con l’intento di sensibilizzare i governi e la società civile a tutelare il mondo vegetale, anche allo scopo di contrastare il dissesto idrogeologico e i cambiamenti climatici.

Fa la cosa giusta 2019 – Foto di Alessia Gatta

 

Uno dei temi portanti della prossima edizione di Fa’ la cosa giusta! sarà proprio “ambiente, giustizia sociale e sostenibilità”, che mette al centro il prezioso, e spesso sottovalutato, rapporto tra vita vegetale, umana e animale, e la loro interdipendenza. La presenza delle piante, infatti, concorre a ridurre la povertà e a migliorare il nostro benessere psicofisico. La vegetazione influenza in maniera importante le condizioni meteorologiche, garantendo precipitazioni piovose e mitigando il cambiamento climatico. Fenomeni come la deforestazione e la perdita di biodiversità hanno ripercussioni concrete sulla vita quotidiana degli esseri umani e sui processi migratori causati da desertificazione e carestie.

Fa’ la cosa giusta! affronterà questi temi con incontri, approfondimenti e laboratori per adulti e ragazzi. “La Foresta di città” sarà uno spazio dedicato a grandi e bambini, caratterizzato da laboratori in cui sperimentare i molteplici usi delle piante: erboristici, farmaceutici, cosmetici e alimentari; conoscere la biodiversità presente nelle aree urbane e non del nostro territorio, imparando a tutelarla .

A Fa’ la cosa giusta! 2020 ci sarà anche spazio per il cibo biologico e a km zero, il turismo consapevole e la cosmesi naturale, la moda etica e l’arredamento sostenibile, ma anche proposte vegan, cruelty free e per intolleranti. Il programma di incontri, laboratori e appuntamenti si affiancherà a 32mila m2 di spazio espositivo, suddiviso in sezioni tematiche che ospiteranno centinaia di realtà, aziende, associazioni e le loro proposte di servizi, prodotti e tecnologie per ridurre l’impatto della nostra vita quotidiana.

Fa’ la cosa giusta! 2019 – Foto di Alessia Gatta

 

Infine, Fa’ la cosa giusta! 2020 ospiterà la terza edizione del salone Sfide. La scuola di tutti, dedicato a insegnanti, dirigenti, studenti e famiglie, con un fitto programma di incontri, laboratori e seminari che affronteranno, tra i molti temi: l’insegnamento e l’apprendimento “con gli altri”, il legame tra scuola, territorio e cittadinanza e lo stretto legame tra libri e libertà.

Il convegno principale sarà dedicato alla valorizzazione degli elementi di eccellenza della scuola italiana, ad esempio nel campo dell’inclusione delle differenti abilità e culture. Il programma di Sfide offrirà anche 2 giorni di formazione specifica per i dirigenti scolastici.

L’edizione 2019 di Fa’ la cosa giusta! si è chiusa con 65mila visitatori registrati, oltre 700 aziende e realtà presenti e 450 appuntamenti nel programma culturale.

 

Vuoi essere aggiornato circa le nostre notizie o condividere con noi qualche notizia o evento?

ISCRIVITI alla nostra pagina Facebook

Apr
18
Sab
2020
Esperienze eco-solidali e monete altre @ Milano
Apr 18@10:00–Apr 19@18:00

Fonte: www.comune-info.net

18 APRILE 2020 H. 10:00 – 19 APRILE 2020 H. 18:00

L’incontro si svolgerà quest’anno a Milano (dal 18 al 19 aprile 2020) ed è incentrato sul tema “Costruire comunità attraverso la cura dei beni comuni”.

Si vuole portare l’attenzione in particolare sul possibile impiego degli strumenti di scambio e credito mutuale, nelle pratiche eco – solidali e nei governi locali, al fine di affrontare meglio le attuali condizioni di crisi sistemica.

Da questo punto di vista l’incontro si presenta come una continuazione delle Scuole di Giovinazzo, specie quella del 2018, dedicata agli “Strumenti di scambio e credito mutuali per le economie solidali”.

Nel 2018 erano presenti a Giovinazzo le più significative reti di scambio e credito mutuale attive in Italia: dall’Associazione Nazionale delle Banche del Tempo all’Arcipelago Scec; dal Buono di Uscita Solidale (Bus, di Reggio Emilia) alle esperienze “D.E.S. Pan e Farine del Friul del Mieç” (SCA Località S. Marco, UD) e Mi fido di noi (DES Brianza); dalla Rete di Mutuo Credito (Emilia Romagna e Trentino) al Sardex.

Avevano partecipato inoltre alcuni progetti allora in gestazione, come i progetti Ficos (Filiera Corta Sostenibile/Siciliana) e Grano (sostenuto da Campi Aperti, Arvaia e altre realtà eco-solidali dell’area Bolognese).

Queste esperienze hanno condiviso in vario modo il progetto Laboratorio Monete, momento di incontro tra ricercatori, esperti nei vari ambiti economici e sociali, ed attivisti di associazioni eco-solidali operanti in tutto il territorio nazionale [come la Rete Italiana di Economia Solidale; l’associazione Solidarius Italia; le associazioni Decrescita e Decrescita Felice; Bilanci di Giustizia; numerosi Gas e DES, come il Gas Nomade di Milano, il DES Altro Tirreno e il DES Oltre Confin; il Forum dell’Economia solidale e dei Beni Comuni del FVG; il CRESER (Coordinamento regionale delle economie solidali dell’Emilia Romagna); Banca etica di Bari/Fondazione finanza etica; il gruppo ricerca Retics (Reti Comunitarie di Scambio), promotore principale degli incontri precedenti].

In larga parte le esperienze di scambio e credito mutuale presenti a Giovinazzo parteciperanno anche all’incontro di Milano, dove saranno presenti anche nuovi progetti ed esperienze di “Monete altre”.

Gli obiettivi perseguiti sono molteplici:

  • far conoscere, al livello nazionale e al più ampio numero di persone, le potenzialità degli strumenti di scambio e credito mutuali (utilizzeremo per questo, più che nelle occasioni precedenti, la comunicazione nei media e nei siti delle associazioni eco solidali);
  • individuare e analizzare i principali problemi incontrati dalle esperienze di scambio e credito mutuale, così come dai diversi progetti di “monete altre” (a partire dal confronto tra le diverse realtà e gli attivisti ed esperti presenti, reso possibile dagli ampi spazi riservati agli approfondimenti condivisi);
  • soffermare l’attenzione sulle forme di collaborazione che si possono stabilire tra reti di scambio e credito mutuale, le amministrazioni e i governi locali (data l’utilità reciproca di questa collaborazione e la sua urgenza per affrontare le attuali condizioni di crisi economica, ambientale e socio-politica);
  • infine l’incontro dovrebbe aiutare ad approfondire le conoscenze comuni su temi abbastanza complessi e difficili, come le tecnologie block-chain e le cripto-monete (che stanno riscuotendo un interesse crescente, specie tra i giovani, ma presentano notevoli aspetti discutibili da rilevare puntualmente).

Si prevedono due tipi di partecipazione: per chi sarà presente a Milano, e per chi non potrà esserci fisicamente ma ritiene comunque utile il progetto Laboratorio Monete, desiderando accedere ai materiali condivisi (come le schede informative sulle diverse esperienze, articoli vari e link ai siti dei soggetti presenti).

Tutti gli iscritti avranno comunque accesso ai materiali raccolti negli spazi del Laboratorio Monete.

Vuoi essere aggiornato circa le nostre notizie o condividere con noi qualche notizia o evento?

ISCRIVITI alla nostra pagina Facebook